Goffredo Civitarese, L’ancella

Autore:CIVITARESE GOFFREDO

N. - M. :Chieti, 1936 - Pescara, 2016

Tecnica:Olio su tela

Misure:50 x 70 cm

Classificazione: Figure, Oli, Figurativi, Moderni

Note Critico - Biografiche

GOFFREDO CIVITARESE

Chieti, 1936 – Pescara, 2016

 

 

L’ancella

Dipinto di Goffredo Civitarese, titolo  l'ancella
Goffredo Civitarese, “L’ancella”, olio su tela 50×70 cm

 

 

Brevi cenni critico-biografici su Goffredo Civitarese

Pittore italiano di fama internazionale, l’arte di Goffredo Civitarese si riallaccia alla grande tradizione dei maggiori pittori abruzzesi come Francesco Paolo Michetti, Teofilo Patini, Basilio Cascella, Tito Pellicciotti, Pasquale Celommi e Raffaello Celommi. Ha esposto sin dagli anni Sessanta, prima a Chieti, poi a Napoli, Roma, Bologna, Milano, Forlì, Vercelli, Pisa, Livorno, Siena in Italia e poi San Marino, Lugano, Basilea, Amsterdam, Londra, Columbus e New York. Seguito con attenzione dalla stampa nazionale, ha partecipato con successo a numerose fiere d’arte. Sue opere sono presenti anche in importanti collezioni sia in Italia che all’estero grazie alle numerose collaborazioni con prestigiosi galleristi e importanti pinacoteche, tra cui Forni a Bologna e Paglione a Milano.

Una vita vissuta nell’arte e per l’arte quella di Goffredo Civitarese, pittore e musicista con la passione per la chitarra e la bossa nova. In più di sessant’anni di attività ha realizzato un ampio percorso artistico che lo ha portato dalla pittura astratta dei primi anni Settanta, rivolta principalmente alla sperimentazione con l’uso di diversi materiali, all’arte figurativa fondata su una personalissima rielaborazione delle immagini, in cui l’intensità del colore è la nota fondamentale. La ricerca pittorica è approdata ad esiti figurativi intensamente cromatici, ricchi di suggestioni evocative dove l’attenzione è indirizzata allo studio della figura umana collocata in molteplici contesti ambientali, nei quali volti e corpi appaiono immersi nel colore, con risultati forti di sensazioni enigmatiche. Sculture, dipinti, disegni, grafiche raffigurano il volto delle donne dal sapore orientale, raccontano la loro anima, la loro natura, ci parlano dell’essere e del divenire, del mito eterno e dell’evoluzione. I suoi lavori sono un compendio di arte, cultura, storia che entrano in sinergia e si offrono in maniera chiara e immediata al fruitore.

 

 

 

 

 

MarcianoArte, galleria d’arte e cornici, Napoli

Salvatore Marciano

Potrebbero interessarti anche

Richiedi Informazioni

Opera: