Galleria

In Galleria abbiamo 194 opere d'arte suddivise in tantissime pagine. Scegli l'opera che ti interessa. Sei pronto per metterti in diretto contatto con noi e concludere l'acquisto.

Vai

Le cornici

54 modelli di cornici presenti nella nostra collezione. Sei interessato ad una cornice? Visita la collezione. Potrai contattarci e richiedere maggiori informazioni.

Vai

Le stampe antiche

Il cultore dell’incisione d’epoca può soddisfare il suo particolare e ricercato interesse grazie alle diverse e splendide stampe antiche del XVIII e XIX secolo della Collezione Marciano Arte.

Vai

Asselin Jean - François Veduta del Monte Vesuvio e del Golfo di Napoli da Ischia

Titolo: Veduta del Monte Vesuvio e del Golfo di Napoli da Ischia
Tecnica: Olio su tela
Anno: Inizi del XIX secolo
Misure: 75 x 100 cm
N-M: Roncey, 1771 - San Pietroburgo, 1838 ?
Classificazione: Paesaggi, Antichi, Figurativi, Oli.
Prezzo: € trattativa riservata
Richiedi informazioni

Potrebbero piacerti anche:

Senza titolo I di Barisani Renato
Serigrafia. Esemplare: Prova di Stampa 4/6 di Barisani Renato
Figura di Lippi Raffaele
Tecnica mista su cartoncino di Lippi Raffaele
L'Isola di Ricciardi Giovanni
Olio su tela di Ricciardi Giovanni

Note Critico - Biografiche

Jean-François Asselin

La figura in immagine è un dipinto autografo del pittore francese Jean-François Asselin, fine ritrattista e paesaggista, databile alla fine del Settecento e i primissimi anni dell’ Ottocento.

asselin-75x100-napoli


Asselin, Jean-François (Roncey, Francia, 1771 - San Pietroburgo, Russia, 1838 ?). Figlio del pittore François-Jacques (1741-1813) e allievo di Robert Bichue (1705-1789), lavora come decoratore nella reale fabbrica di porcellane di Sevres, emigra durante la Rivoluzione a Dresda dove continua la sua attività di pittore con importanti esposizioni fino al 1801. Tornato in Francia, ha varie commissioni che lo portano a viaggiare in tutta Europa per poi stabilirsi definitivamente a San Pietroburgo. Qui sposa la principessa Ekaterina Vasilyevna Saltykova. Suo è il famoso ritratto della Principessa russa in abito bianco e scialle rosso eseguito nel 1808 (97x77 cm), che rappresenta il primo nell'iconografia della principessa Saltykova, ritratta successivamente altre due volte dal pittore francese Robert Lefreve. Dopo pochi anni Asselin muore. Anche Asselin fa parte di quei tantissimi artisti europei che sin dalla seconda metà del XVIII secolo, giungono a Napoli, su invito di loro connazionali già in città e che "iniziano" la Scuola di Posillipo quali Pitloo, Huber, Goetzloff, Vervloet, Dahl, Rebell, Catel, Kiprenskij, Romegas, Wenzel, ecc. Questa specifica opera è pregevole per periodo, qualità, tecnica, dimensioni, soggetto, stato di conservazione; il tutto impreziosito da una splendida ed importante cornice impero napoletana di oro zecchino (argento il lato esterno). Tutto, i colori, la tela, il telaio e la stessa cornice, induce a datare l’opera ai primissimi anni del XIX secolo. Affascinante è l’inquadratura del Golfo di Napoli visto da Lacco Ameno di Ischia riconoscibile dalla Villa Arbusto (oggi sede museale) raffigurata dalla costruzione con le arcate in primo piano sulla sinistra del dipinto e dal famoso "Fungo", lo scoglio di tufo verde che dà il nome alla località situato lungo la costa in mezzo al mare. L’opera, vista alla lampada di Wood, si presenta in un ottimo stato di conservazione, si segnalano solo pochi e piccoli interventi di restauro in primo piano e sul mare.

Nome:
E-mail:


Messaggio:
Invia